Conad richiama Riso Arborio per cadmio oltre i limiti

Conad ha disposto il richiamo di un lotto di Riso Arborio a marchio Conad per presenza di cadmio superiore ai limiti prescritti dalla normativa europea.

Nell’avviso di richiamo, che come sempre potete consultare nelle fonti a fine articolo, è precisato che le confezioni di riso interessate dal richiamo possono essere restituite presso qualsiasi punto vendita Conad. Invitiamo quindi i consumatori a verificare un’eventuale corrispondenza tra il lotto del prodotto acquistato e il lotto richiamato da Conad che trovate di seguito insieme agli altri dati diffusi nel richiamo ufficiale.

Prodotti richiamati:

RISO ARBORIO 1kg Conad

  • Lotto e scadenza: 136/DTMC 15/05/2026
  • Codice EAN: 8003170003873
  • Produttore: Riso Scotti S.P.A. per Conad
  • Peso unità di vendita: 1kg

Motivo del richiamo:

Da controlli interni effettuati, come di consueto, secondo le procedure seguite dagli operatori del settore alimentare, è emerso un eccesso di quantitativo di cadmio nel riso che ha determinato il richiamo in via precauzionale da parte di Conad.

La quantità di cadmio consentita negli alimenti è regolamentata da alcuni regolamenti europei, recentemente modificati nella prospettiva di tutelare al meglio la sicurezza alimentare e la salute pubblica.

Per chi volesse saperne di più, segnaliamo il Regolamento UE 2021/1323 entrato in vigore a fine agosto 2021 con un allegato che modifica i limiti di cadmio in una serie di alimenti come appunto cereali, legumi, frutta e frutta a guscio, ortaggi eccetera.

I consumatori che hanno acquistato il Riso Arborio Conad appartenente al lotto coinvolto dal richiamo possono restituirlo per ottenere una sostituzione o un rimborso, come specificato nell’avviso ufficiale.

Fonti:
Conad – Richiamo Riso Arborio Conad 1kg

Sara Arca
Sara Arca

Da sempre molto sensibile ai temi della sicurezza alimentare, in quanto editor di RichiamiAlimentari.it porto all’attenzione dei consumatori notizie rilevanti, sicure e ufficiali sul mondo del food e dell’industria alimentare, tra cui, in particolare, le segnalazioni sui ritiri e i richiami di prodotti in vendita nei supermercati di tutta Italia. Allo stesso tempo, coltivo un interesse più ampio nei confronti della tutela dei consumatori e di tutte le iniziative che promuovono una corretta informazione a protezione della salute delle persone.