Carabinieri sequestrano due tonnellate di dolci in tutta Italia durante i controlli di Pasqua

Durante le scorse settimane, con l’intensificarsi della vendita dei dolci tradizionali pasquali, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, in collaborazione con il Ministero della Salute, ha intensificato le sue attività di controllo sui prodotti dolciari, così da vigilare sul rispetto delle normative per la sicurezza alimentare ed evitare frodi, portando alla luce diverse violazioni su tutto il territorio nazionale.

Ad esempio, i Carabinieri hanno scoperto carenti standard igienici negli ambienti di produzione e deposito, con la conseguente mancanza di applicazione delle norme preventive di sicurezza alimentare, e anche diverse irregolarità nell’etichettatura e nella tracciabilità dei prodotti. Tra le violazioni più gravi sono state registrati casi in cui sono stati trovati ingredienti scaduti e semilavorati per dolci conservati in condizioni igieniche inaccettabili, con ambienti umidi e infestazioni di roditori.

Le indagini hanno coinvolto 38 Nuclei Antisofisticazioni e Sanità (NAS) dei Carabinieri, che hanno effettuato più di 840 ispezioni presso laboratori di produzione e punti vendita di dolci pasquali. Durante queste operazioni, sono state verificate non solo le condizioni igieniche delle strutture, ma anche la correttezza commerciale e igienica delle materie prime utilizzate. I risultati delle operazioni hanno evidenziato che, su 324 strutture ispezionate, il 38% ha mostrato irregolarità. Sono state contestate 574 violazioni penali ed amministrative, per un ammontare di 425.000 euro, con anche il sequestro di due tonnellate di alimenti, dal valore stimato di oltre 267.000 euro.

Oltre alle carenze igienico-sanitarie, sono emerse anche alcune frodi alimentari, come nel caso di alcuni negozi che vendevano colombe e uova di cioccolato di fattura industriale, riconfezionate e commercializzate come prodotti artigianali a un prezzo maggiorato. Sei titolari di negozi sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria per l’ipotesi di tentata frode in commercio, e sono stati sequestrati oltre 300 dolci falsamente dichiarati di “propria produzione”. A causa delle gravi violazioni riscontrate, sono stati disposti 15 provvedimenti di chiusura o sospensione delle attività commerciali e produttive, per un valore economico superiore ai 5 milioni di euro.

Fonti:
Carabinieri – Controlli pasquali: sequestrate due tonnellate di prodotti dolciari

Valentina Colazzo
Valentina Colazzo

Ciao, mi chiamo Valentina e sono una giornalista con una passione per la cucina fin da bambina. Sul lavoro ma anche nella vita quotidiana, faccio molta attenzione alla sicurezza alimentare, per questo ritengo molto importante la divulgazione sui richiami alimentari. Credo fermamente nell'importanza di informare i consumatori su come mantenere la propria alimentazione sicura e sana. Attraverso il mio lavoro, condivido notizie, approfondimenti e consigli pratici per aiutare tutti a fare scelte alimentari consapevoli e sicure, ma soprattutto a scoprire le ultime notizie sui richiami e ritiri dei supermercati.